IRIS CENTRO MEDICO

Competenza e Cortesia

CHI SIAMO
Intervista Iris Centro Medico
Al Centro Iris la tua salute è la nostra priorità.
Ne parliamo con il direttore del Centro Iris Dott. Roberto De Toni e la responsabile Daniela Brentan

Competenza, cortesia e grande attenzione ai bisogni dell'utenza sono le caratteristiche del Centro Medico Iris di Santorso, poliambulatorio plurispecialistico nato nel 2019 e ampliato nel gennaio 2022 con l'aggiunta di 6 ambulatori di cui 2 dedicati all'oculistica. La tua salute è la nostra priorità, questo è il motto del Centro Medico Iris diretto dal dottor Roberto De Toni, che porta avanti questa realtà insieme a Daniela Brentan.

COME È NATO IL VOSTRO CENTRO?

Il nostro centro è nato con l'intenzione di realizzare un centro medico di dimensioni medio piccole, che però rappresentasse un eccellenza sia per quello che riguarda l'attrezzatura, ma soprattutto per quello che riguarda la scelta dei professionisti che vi lavorano all'interno. Lo scopo è quello di fornire ai nostri pazienti la massima qualità nella risoluzione dei loro problemi di salute, di farli sentire seguiti, ascoltati senza limiti di tempo, tutto ciò ai fini di recuperare quel rapporto medico paziente che spesso negli ultimi tempi si è andato perdendo.

QUANTE FIGURE PROFESSIONALI SONO PRESENTI AL CENTRO MEDICO IRIS?

Attualmente sono 26 medici che collaborano con il Centro Iris, di cui ben 7 svolgono oppure hanno svolto funzioni primariali presso strutture ospedaliere pubbliche, in più ci sono 10 figure professionali rappresentate da non medici (psicologi, ortottisti, fisioterapisti, logopedisti, nutrizionisti) in grado di risolvere qualsiasi problematica inerente la salute delle persone.

QUALE POSSIAMO CONSIDERARE L'ECCELLENZA DEL CENTRO MEDICO IRIS?

La nostra eccellenza è rappresentata dallo staff oculistico. Sono 7 gli oculisti che lavorano qui al Centro Iris, che hanno una dotazione strumentale pari soltanto a quella di una clinica universitaria.

IN CHE COSA E CONSISTITO L'AMPLIAMENTO DEL CENTRO?

Abbiamo avuto l'esigenza di ampliare il centro medico per il notevole aumento dei nostri specialisti e del relativo numero di richieste, aggiungendo un ulteriore ambulatorio oculistico. Creando un ambiente confortevole, dove il paziente si possa sentire bene, cercando di metterlo a proprio agio con gli spazi giusti, con la gentilezza e con la grande professionalità dei medici e dello staff.

411 STRUMENTAZIONE D'AVANGUARDIA, QUINDI, CONTRADDISTINGUONO IL VOSTRO CENTRO?

Si, come detto prima per quanto riguarda l'oculistica siamo il centro più attrezzato della provincia. Anche per la cardiologia abbiamo un ecografo ed elettrocardiografo di ultima generazione e abbiamo appena acquistato, per la ginecologia, un ecografo di ultimissima generazione che è validissimo anche per la diagnosi neonatale.

QUALI SONO I VOSTRI PROGETTI FUTURI?

Dal mese di giugno 2022 partirà il servizio di medicina sportiva e da luglio anche il punto prelievi.

LA SALUTE "AL CENTRO"
Intervista a Daniela Brentan Responsabile e "Anima" del Centro Medico Iris

Ubicato in mezzo al verde, sito vicino alla Oasi Rossi di Santorso, in un locale moderno, pulito e dove si respira quella "umanità" che non si trova ovunque, il Centro Medico Iris nasce pochi anni fa, ed è frutto della ventennale esperienza in campo sanitario della sua attuale responsabile.

Daniela infatti ne è alla guida da quasi due anni, ma è una veterana nel campo.

Per anni ha lavorato presso alcuni dei più grandi poliambulatori privati e convenzionati della provincia, ed ha portato con se un bagaglio di esperienza tale da essere riuscita, in collaborazione con il Direttore Sanitario del Centro dr. Roberto De Toni, ad avviare una realtà territoriale di tutto rispetto.

Il Centro Iris nasce come Centro specializzato in problemi relativi alla "Salute Visiva", ma piano piano si è aperto a nuove specialità.

Abbiamo chiesto a Daniela perchè le persone dovrebbero scegliere il Centro Medico Iris?

In questi anni c'è stato un proliferare di grandi strutture sanitarie, da qui la scelta di mantenerci "a misura di uomo". Non volevamo in alcun modo perdere il contatto con il paziente, cosa che a volte può accadere laddove le dimensioni non permettono un diretto contatto con l'utenza.

Il Centro Iris si sta ampliando, ma pur avendone le potenzialità, ha scelto di rimanere comunque una struttura medio grande.

E' una scelta anche quella di avere professionisti di un certo livello, con una certa professionalità ma anche con una buona dose di gentilezza.

Stiamo uscendo, almeno lo spero, da un anno e mezzo di restrizioni, le persone che accedono ai servizi sanitari di qualsiasi livello, hanno oggi più che mai bisogno di essere accolte e ascoltate.antenendoci con queste dimensioni, ci è più facile non perdere di vista ogni persona che afferisce ai nostri servizi.

Cosa c'è nel futuro del Centro Iris?

Molti progetti e "campagne di prevenzione" per offrire alcuni servizi a costi calmierati proprio per andare incontro alle esigenze di chi è stato colpito più duramente in questo periodo.

Siamo forniti di quasi tutte le specialità e, laddove non arriviamo, abbiamo in atto delle collaborazioni per rispondere alla nostra utenza con un servizio a tutto tondo!

Chi entra da noi, non uscirà mai senza una risposta.

Quanto ha inciso la Pandemia anche nel vostro lavoro?

Ovviamente moltissimo. Anche se la struttura ha garantito la continuità del servizio, è naturale che, laddove fosse possibile programmare, le persone abbiano deciso di aspettare tempi migliori. Noi però, ci siamo sempre stati e continueremo ad esserci, per rispondere a chiunque ne abbia bisogno.

Coltiviamo la speranza che con il tempo si possa tornare ad organizzare qualche bella serata con i nostri professionisti, affrontando temi di interesse generale. Per ora bisogna essere molto "pazienti".